Project Description

Prezzo: € 13,90

MELATONINA NOTTE – 30 g (60 pastiglie da 500 mg)

A base di melatonina, arricchito con valeriana e biancospino
  • Favorisce il sonno

  • Limita gli effetti del jet-lag

  • Promuove il rilassamento contro lo stress

  • Sostiene il benessere mentale

A cosa serve

Riduzione del tempo per prendere sonno

Perché è unico

L’unico prodotto a base melatonina purissima (1 mg in 1 pastiglia), arricchito con estratti di piante sinergiche come valeriana e biancospino per una maggiore efficacia: unite assieme aiutano il rilassamento e favoriscono un sonno riposante.

Trova punto vendita

CERCA SU AMAZON


CERCA SU SHOPPING

*Dr. Giorgini non effettua vendita diretta ma inoltra a siti e prodotti gestiti da clienti
Obiettivo:

Integratore alimentare a base di melatonina, valeriana e biancospino. La melatonina contribuisce alla riduzione del tempo richiesto per prendere sonno e allevia gli effetti del jet-lag*. La valeriana favorisce il sonno e promuove il rilassamento in caso di stress mentre il biancospino contribuisce al relax psicofisico e al mantenimento del benessere mentale.

Ingredienti:

Valeriana (Valeriana officinalis) radici, biancospino (Crataegus oxyacantha) fiori e foglie, cellulosa microcristallina°, gomma arabica°, silicio biossido°°, melatonina, magnesio stearato di origine vegetale°°.
°Agente di carica. °°Antiagglomerante.

Tabella nutrizionale
 

Modalità d’uso:

Si consiglia l’assunzione di 1 pastiglia (0,5 g) prima di andare a dormire. Per ridurre l’effetto jet-lag si consiglia di incominciare l’assunzione il primo giorno di viaggio e di continuare per alcuni giorni dopo l’arrivo a destinazione.

Avvertenze:

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e devono essere utilizzati nell’ambito di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Il prodotto deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

Nella letteratura sono presenti numerosi studi clinici ove si afferma, riguardo la Melatonina, che:

La sua utilità nella regolazione del sonno è stata notata per turni di lavoro (Weitzman et alii, 1981), jet-lag (Arendt, 1987), insonnia cronica (MacFarlane et alii, 1991) e la sindrome della fase del sonno ritardata1.

In primo luogo, poiché nell’uomo la melatonina è secreta esclusivamente durante la notte, le somministrazioni diurne e notturne di melatonina esogena determinano differenti livelli dell’ormone nel sangue oltre a rapporti dei livelli di circolazione esistenti ampiamente differenti al momento della somministrazione della melatonina esogena aggiunta. Quando la melatonina è somministrata dopo l’aumento notturno della sua secrezione endogena, essa si sovrappone ai livelli di ormone già alti. Durante il giorno, quando non c’è melatonina circolante (o molto poco), la somministrazione di melatonina esogena, anche a dosaggi bassi, produce normali livelli notturni di ormone (o più alti). […] Il fatto che la melatonina sia coinvolta nella regolazione del sonno spegnendo la veglia, piuttosto che indurre il sonno in maniera attiva, può spiegare alcuni dei risultati sperimentali riguardanti i suoi effetti soporiferi2.

Il dato integrato di 17 studi inclusi in questa meta-analisi indica che le preparazioni specifiche di melatonina producono statisticamente benefici nella latenza di addormentamento, nella qualità del sonno e nella durata del sonno3.

Nel medesimo, peraltro, si conclude affermando che la Melatonina esogena può avere qualche utilità nel trattare l’insonnia, in particolare quella in individui di età avanzata con deficienza di melatonina notturna o con un anormale sistema di secrezione della stessa4.

[…] supportano l’uso di melatonina come rimedio per il jet-lag sui voli a lungo raggio. Le persone che hanno assunto melatonina hanno riportato meno jet-lag e hanno impiegato minor tempo nel recuperare dal loro spostamento 12 fusi orari. Essi hanno anche riportato minore stanchezza durante il giorno e hanno avuto bisogno di meno tempo per stabilire un sonno normale e raggiungere il loro normale livello di energia5.

[…] è chiaro che ogni viaggiatore ha bisogno di alcuni giorni per la risincronizzazione dei suoi ritmi corporei alla nuova destinazione. Il tempo di adattamento richiesto dipende dalla dimensione dello sfasamento e della potenza degli stimoli ambientali o zeitgeber (per esempio il fotoperiodo e l’intensità della luce), ma spesso si avvicina al 1-1,5 h di spostamento adattivo al giorno, con un prolungamento dei sintomi dopo un volo verso est rispetto a un volo verso ovest. Con poche eccezioni, l’utilità della melatonina per il miglioramento dei sintomi del jet-lag è stato convincentemente dimostrato6.

Note

1 J. E. Jan et alii, The treatment of sleep disorders with melatonin, «Development Medicine and Child Neurology», XXXVI, 1994; p. 97.

2 P. Lavie, Melatonin: Role in Gating Nocturnal Rise in Sleep Propensity, «Journal of Biological Rhythms», XII (6), 1997, p. 658 e p. 662.

3 A. Brzezinski et alii, Effects of exogenous melatonin on sleep: a meta-analysis, «Sleep Medicine Review», IX, 2005, p. 46.

4 Ibidem.

5 K. Petrie et alii, Effect of melatonin on jet-jag after long haul fl ights, «British Medical Journal», CCXCVIII, p. 706.

6 V. Srinivasan et alii, Jet lag: Therapeutic use of melatonin and possible application of melatonin analogs, «Travel Medicine and Infectious

Disease», VI (1-2), p. 21.

La documentazione contenuta in questa sezione è RISERVATA solamente a persone qualificate nei settori della medicina, dell’alimentazione o della farmacia (Art.6 – D.Lgs 111/92, recepimento Direttiva CEE 89/389) e non ha in alcun modo funzione pubblicitaria. Le informazioni in essa veicolate sono fornite a puro scopo illustrativo ed informativo generale, destinato esclusivamente al professionista per suo stretto uso personale e non dovrà, in alcun modo servire per usi pubblicitari, né dovrà mai essere destinata al pubblico.

È assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, dei documenti contenuti in questa sezione. Se ne diffida la divulgazione al pubblico sia totale, che parziale e l’uso al di fuori della pura consultazione da parte del professionista. Ogni abuso verrà perseguito a norma di legge. L’Azienda SER-VIS s.r.l. non sarà in nessun caso responsabile per eventuali danni derivanti dall’utilizzo o dai risultati di un utilizzo diverso di tali informazioni.

Avvertenze: si ricorda che in generale gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata, né tantomeno vanno ad essi attribuite funzioni preventive o curative. La loro azione, infatti, si limita all’integrazione nutrizionale e/o al coadiuvare il mantenimento delle normali e sane funzioni fisiologiche. Pertanto, in presenza di sintomatologie patologiche o presunte tali, si invita sempre a consultare il parere del medico, il quale potrà valutare il possibile utilizzo concomitante di un integratore, a fronte delle sue funzioni nutritive o coadiuvanti specifiche.

Hai bisogno di maggiori informazioni?